DUE FRATELLI E UN SOGNO CHIAMATO CARROZZERIA

Nella zona industriale di Treviolo in provincia di Bergamo, sorge la Carrozzeria Italia, dove i giovani e intraprendenti Enzo e Simone Fravola con impegno e tenacia, hanno investito risorse economiche e umane per realizzare un centro di autoriparazione di alta qualità.

La situazione complicata e stagnante del mercato odierno comporta sempre più spesso che i giovani, una volta terminato il proprio percorso scolastico o accademico, decidano di confrontarsi con professioni e attività che spesso non coincidono con ciò che hanno studiato per intraprendere quelle attività che un mondo del lavoro complicato e difficile gli riserva. Questo è quello che hanno vissuto i fratelli Fravola (Enzo nato nel 1993 e Simone nel 1995), proiettati nel mondo dell’autoriparazione quasi per gioco, in quanto quattro anni fa hanno iniziato a svolgere specifiche mansioni tecniche e impiegatizie in una carrozzeria in provincia di Bergamo, accettando il più comune dei compromessi quotidiani: “lavorare per esigenza”, tralasciando buona parte delle nozioni apprese nell’istituto tecnico professionale dove avevano conseguito il diploma. Essere a contatto ogni giorno con le situazioni, gli impegni, gli interventi tecnici e le singole operazioni che sono svolte in una carrozzeria, hanno fatto crescere in loro la convinzione che questa attività potesse diventare veramente il lavoro del futuro. Con intraprendenza, entusiasmo e anche un pizzico di incoscienza, quale ingrediente magico per riuscire a realizzare i propri sogni, nel 2015 i due fratelli bergamaschi, non appena ventenni, hanno deciso di investire, con il fondamentale e immancabile aiuto del padre, su un capannone in disuso per trasformarlo in un’autofficina chiamata Carrozzeria Italia, evidenziando anche nel nome, l’artigianalità e l’abilità di riparazione dei professionisti italiani, e nel loro caso specifico la capacità dei tecnici presenti all’interno della struttura. ioCarrozziere ha incontrato i due fratelli Enzo e Simone, che nonostante la giovane età, hanno dimostrato di avere le idee chiare su come gestire e organizzare una carrozzeria, con tutte le problematiche che possono nascere legate alla concorrenza e al mercato.

Circa un anno e mezzo fa avete fatto nascere la Carrozzeria Italia. Qual è stata la motivazione che vi ha spinti a confrontarvi con un’attività, sicuramente affascinante e stimolante, ma che nasconde insidie e difficoltà quotidiane sia a livello tecnico sia di gestione?

Enzo: Era forse destino che io e mio fratello aprissimo una carrozzeria, perché fin dalla nostra prima esperienza in un’autofficina in provincia di Bergamo, abbiamo capito che attraverso questo lavoro potevamo toglierci grandi soddisfazioni. Così l’anno scorso con un po’ di sfrontatezza, entusiasmo e con la volontà di affermarci in questo settore, senza pensare troppo ai rischi, abbiamo scelto il capannone che potesse fare al caso nostro per essere adibito a carrozzeria. Successivamente abbiamo diviso lo spazio in due aree, strutturando strategicamente il lavoro all’interno dell’autofficina, per ampliare così la nostra gamma di servizi anche come gommisti e meccatronici. Con specifici investimenti e con l’ausilio di personale altamente qualificato, l’organizzazione dell’autofficina sta crescendo sempre più, mese dopo mese.

 

 
La versione completa dell'articolo è disponibile sul numero cartaceo di settembre di ioCarrozziere 2016.

 

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com
Chi siamo  Contatti